Archivi categoria: Promozione e Valorizzazione

Premio Riccardo Francovich 2019 VII EDIZIONE – ANNO 2019

La Società degli Archeologi Medievisti Italiani (SAMI) ha istituito, a partire dal 2013, un premio intitolato alla memoria del professor Riccardo Francovich, conferito al museo o parco archeologico italiano che, a giudizio dei propri Soci e dei cittadini partecipanti alla votazione, rappresenta la migliore sintesi fra rigore dei contenuti scientifici ed efficacia nella comunicazione degli stessi verso il pubblico dei non specialisti.
La Commissione Giudicatrice, presieduta da Paul Arthur (Presidente SAMI; Professore di Archeologia medievale, Univ. Salento), è composta da Eva degl’Innocenti (Direttrice, Museo Archeologico Nazionale di Taranto), Francesca Morandini (Musei Civici d’Arte e Storia di Brescia), Fabio Pagano (Direzione Generale Musei, MIBAC), Piero Pruneti (Direttore di Archeologia Viva), Giuliano Volpe (Professore di Archeologia medievale, Univ. Foggia), Anna Maria Visser (Professore di Museologia, Univ. Ferrara).
La Commissione ha selezionato i seguenti sei musei-siti:
Museo dell’Abruzzo bizantino ed altomedievale – Castello ducale di Crecchio, Crecchio (Chieti)
Museo provinciale Castel Tirolo (Bolzano)
Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli (Udine)
Parco archeologico di Castelseprio e Monastero di Torba (Varese)
Torre di Satriano in Tito (PZ) – Museo multimediale e area archeologica di Satrianum
Museo di Nonantola (Torre dei Bolognesi) e Museo Benedettino e Diocesano di Arte Sacra, Abbazia di Nonantola (Modena)
Sono disponibili due distinte votazioni, una riservata ai soci SAMI (in basso a destra) ed una aperta a chiunque voglia esprimere la propria preferenza VOTAZIONE PUBBLICA (in basso a sinistra). E’ possibile votare una sola volta (fornendo un massimo di 2 preferenze), sino al 31 gennaio 2019. Verrà pubblicata la classifica definitiva al termine delle votazioni.

Per votare vai a: http://archeologiamedievale.unisi.it/sami/premio-riccardo-francovich-2019

La Redazione di Mecenate

CANAVESE. Lasciatevi stupire.

Mediares, in collaborazione con Associazione Archeologica Le Muse, gestisce dal 1 giugno la didattica e i percorsi guidati al Museo Garda di Ivrea <http://www.museogardaivrea.it/> e al Parco Archeologico di Montalto Dora.
Ci siamo innamorati di questi luoghi e vorremmo proporveli, con la passione che ci contraddistingue.

Il Museo Garda espone reperti archeologici unici (la stele del gromatico per esempio), oggetti artistici molto interessanti e fino al 9 dicembre una mostra sull’illustratore Lorenzo Mattotti. E naturalmente possiamo aggiungere la visita alla città di Ivrea.

Il Parco Archeologico di Montalto Dora è situato sulle rive del Lago Pistono e consente di coniugare archeologia, arte, natura e ottima cucina: una piccola realtà che non immaginereste di trovare vicino a voi, con un lago dai panorami mozzafiato, e una curiosità che vi divertirà: le terre ballerine che vi faranno danzare con loro.

Organizziamo insieme la vostra gita? Resterete meravigliati.

Leggete le proposte allegate: Ivrea e Montalto Dora

Mediares S.c. – Via Gioberti 80/d – 10128 Torino
Tel. 011.5806363 – Fax 011.5808561 – Cell. 338.4803306
Email: mediares@mediares.to.it – Web: www.mediares.to.it
Facebook: www.facebook.com/MediaresTO
1997-2017: 20 ANNI INSIEME A VOI

MILANO. 1150 opere degli Uffizi in una suggestiva esposizione virtuale.

In anteprima a Milano la prima digital exhibition immersiva e interattiva realizzata in Italia, dedicata alla Galleria degli Uffizi di Firenze.
Valorizzare il patrimonio culturale e creativo italiano è l’idea alla base di Uffizi Virtual Experience: un viaggio interattivo in quattrocento anni di storia dell’arte italiana, grazie a multiproiezioni immersive, immagini in movimento e alla tecnologia di Uffizi Touch®, il primo prodotto al mondo che, all’interno di un “quadro” digitale interattivo, contiene l’intero patrimonio artistico del museo fiorentino con immagini ad altissima risoluzione.
Nel periodo di mostra è previsto un programma quotidiano di visite guidate, laboratori didattici, workshop per bambini, ragazzi, studenti, famiglie fino a settimanali appuntamenti per il pubblico adulto.
Uffizi Virtual Experience. Da Giotto a Caravaggio rientra nella rassegna Ritorni al Futuro promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano ed è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Comune di Milano e dal Comune di Firenze. Maestà di Giotto, Annunciazione di Leonardo da Vinci, Nascita di Venere e Primavera di Botticelli, Madonna del Cardellino di Raffaello, Tondo Doni di Michelangelo, Venere di Urbino di Tiziano e Medusa di Caravaggio sono solo alcuni dei capolavori protagonisti in mostra, l’esposizione raccoglie 1150 opere della Galleria degli Uffizi e conduce lo spettatore verso un’esperienza culturale in cui la qualità dei contenuti è unita alla spettacolarità della forma.
Attraverso immagini digitali ad altissima risoluzione, il visitatore può scoprire i più piccoli dettagli delle opere, invisibili a occhio nudo, mentre attraverso touch screen e altre installazioni è possibile interagire con tecnologie abilitanti che consentono di esplorare la collezione del museo fiorentino attraverso collegamenti tematici e trasversali: dal riflesso della luce sulle perle di Lucrezia Panciatichi, nel ritratto di Agnolo Bronzino, alle due collane della piccola Bia de’ Medici, in un’altra opera dell’artista cinquecentesco, dai fiori nell’Annunciazione di Leonardo da Vinci al giardino dell’Adorazione dei pastori di Lorenzo di Credi, dal paesaggio collinare della Madonna del pozzo di Francesco di Cristofano all’autoritratto di Angelica Kauffmann, esposto nel Corridoio Vasariano. Il pubblico, tra appassionati d’arte o di tecnologia, avrà così la possibilità di costruire la propria visita, personalizzando l’esperienza e il livello di approfondimento secondo interessi e passioni.
L’esperienza della mostra si articola in due sezioni:
1) una parte immersiva dedicata alla visione delle opere, in un viaggio dal Duecento di Giotto al Seicento di Caravaggio;
2) una parte interattiva ludico-esperienziale e didattica, allestita con tecnologia Uffizi Touch® L’esperienza digitale è aumentata dai dispositivi dei visitatori che, attraverso smartphone e tablet, potranno scaricare gratuitamente l’applicazione UBILIA® per fruire di contenuti “di prossimità” in funzione della propria posizione. Sarà possibile sia visualizzare tutte le 1150 opere sul proprio dispositivo mobile e condividerle mentre ci si muove negli spazi della Fabbrica del Vapore, sia utilizzare la app per spostarsi in vari punti della città e scoprire contenuti inediti legati all’evento. Per partecipare all’attività sui social network e condividere i contenuti di Uffizi Virtual Experience, è stato creato l’hashtag #UVE2016.
Uffizi Virtual Experience. Da Giotto a Caravaggio è la prima produzione di VIRTUITALY, startup spinoff di Centrica che nasce con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e creativo italiano in location sugges, grazie a contenuti digitali e tecnologie immersive e interattive di altissima qualità. Il contenuto scientifico e la fruizione sono integrati e implementati con attenzione agli aspetti emozionali per costruire un’esperienza di edutainment appagante e formativa per il visitatore.” ci spiega Marco Cappellini, amministratore delegato di VIRTUITALY. Gli eventi settimanali?: Correda il progetto un calendario di eventi e attività ludico-didattiche per bambini e famiglie, oltre a lezioni frontali e interattive per studenti delle scuole elementari, medie e superiori, in modo da affiancare la visita con approfondimenti pensati per ogni livello di istruzione.?Ogni mattina dal lunedì al venerdì verranno organizzate lezioni di storia dell’arte per studenti delle scuole elementari, medie e superiori.
Le lezioni, preparate dalla storica dell’arte Irene Martinelli sulla base di percorsi tematici basati sulle opere della collezione della Galleria degli Uffizi e realizzate dagli allievi diplomati alla Scuola di Teatro Luca Ronconi del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, saranno supportate dalla tecnologia Uffizi Touch® e aiuteranno gli studenti a scoprire l’arte in modo innovativo e coinvolgente.
Il sabato e la domenica saranno dedicati alle famiglie: verranno proposti laboratori didattici per bambini dai 3 ai 12 anni, dai giochi basati sulle opere al disegno, dalle rappresentazioni teatrali al fumetto, per imparare e divertirsi.?
Per il pubblico adulto, ogni giovedì alle 19.30 si svolgerà un programma di incontri di approfondimento negli spazi della digital exhibition, con relatori esperti di arte, moda, enogastronomia, tecnologia e digital humanities.

Fonte: www.quotidianoarte.it, 3 feb 2016

LUCCA. LuBeC. MODELLI REPLICABILI E SISTEMI INTEGRATI PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE.

Giovedì 8_10 2015, ore 15.00, in collaborazione con Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
Cultura, creatività e turismo sono assi portanti della nuova Strategia di Specializzazione Intelligente 2014-2020 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, che vede la cultura come volano per l’auspicata crescita del settore delle imprese culturali e creative, sulle quali l’Amministrazione intende investire in termini di sviluppo della loro capacità di business.
Questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie al percorso di gestione e valorizzazione dei beni culturali messo in campo negli ultimi anni sul territorio regionale, con l’obiettivo portare a sistema il potenziale culturale ed economico del patrimonio regionale: azioni, progetti, strumenti di gestione ed organismi sono stati pensati quali elementi di un unico sistema, nel quale si possano integrare in modo armonico l’intervento pubblico, di matrice europea e la propensione allo sviluppo delle imprese, di matrice invece anglosassone e statunitense.
Il sistema, così come pensato e disciplinato da due significative, recentissime leggi di settore, è oggi pronto anche per assorbire l’urto della riforma delle autonomie locali, con la soppressione delle amministrazioni provinciali e l’acquisizione da parte dell’ente regionale di tutte le funzioni degli enti intermedi in materia di cultura.
Il workshop muove da quanto sopra e propone un confronto focalizzato sulle potenzialità dei sistemi integrati di gestione dei beni culturali. La partecipazione è gratuita, l’iscrizione necessaria.
PROGRAMMA
Ore 15.00 Intervento di apertura. Gianni Torrenti, Assessore alla cultura della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Modera: Stefano Monti, Economista della Cultura e Partner Monti&Taft
Relazione Introduttiva: Anna Del Bianco, Direttore centrale cultura, sport e solidarietà Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Testimonianze
Rita Auriemma, Direttore Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale
Maurizio Caradonna, Business Development Manager Innovation Factory
Antonio Giusa, Direttore Azienda speciale Villa Manin
Cristiano Tiussi, Direttore Fondazione Aquileia
Ore 16.15 Tavola Rotonda: PERCORSI E MODELLI A CONFRONTO
Claudio Bocci, Direttore Generale Federculture
Anna Del Bianco, Direttore centrale cultura, sport e solidarietà Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Patrizia Minardi, Dirigente sistemi culturali e turistici Regione Basilicata
Elena Pianea, Responsabile del settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria Regione Toscana
Dibattito

TORINO. Giornata Fa@Mu – Un complotto in Julia Augusta Taurinorum.

Aug Taur ridDomenica 4 ottobre 2015, ore 16,00, al Museo di Antichità. In occasione della Giornata delle Famiglie al Museo, un invito a nutrirsi di cultura con la presentazione di un agile volume ideato per coinvolgere bambini e ragazzi nella ricerca e nello studio del passato. Un giallo avvincente, una storia divertente e misteriosa che accompagna nella conoscenza della Torino del tempo di Vespasiano.
Domus, forum, insula, impluvium, Porta Decumana, toga praetexta… tutte parole che sicuramente conosci. Può essere l’occasione però per impararne di nuove camminando per la città di Torino e immaginando di vivere al tempo dei Romani, in Julia Augusta Taurinorum.
E poi? Un complotto! Rivolto a chi? Aiutaci tu a svelarlo!
Ti accompagneranno Annia e il suo amico Lucio, due antichi ragazzi romani.
Al termine della breve presentazione, visita guidata speciale, aperta ai ragazzi e alle loro famiglie.
Dopo la lettura di alcune pagine del racconto, i ragazzi potranno analizzare il libro, seguire Annia e Lucio lungo il loro itinerario tra resti romani ancora visibili in città e reperti archeologici conservati al Museo di Antichità.

Presentazione libro per bambini e visita guidata gratuita speciale per famiglie, a cura di Gabriella Monzeglio.

Vedi presentazione del libro per bambini, vai a >>>
Vedi presentazione “Famiglie al Museo”, vai a >>>

Info:
Biglietteria unificata del Polo Reale presso Palazzo Reale – biglietto di ingresso gratuito in occasione della prima domenica del mese.
Giulia Piovano, Un complotto in Julia Augusta Taurinorum.
Illustrazioni di Valeria Pavese
Formato: 14×18 – Pag. 90 – ISBN 9788899282059

Il libro si inserisce nella collana di libri “PiemontArte” dedicata all’eccezionale patrimonio storico-artistico del Piemonte. La protagonista è Anna, una ragazzina di 12 anni che vive mille avventure nei Beni Culturali della nostra Regione e vuole raccontarle a chiunque abbia voglia di ascoltarla.
Sono storie divertenti e misteriose, pensate per coinvolgere i ragazzi nella ricerca e nello studio del passato e renderli a loro volta protagonisti nella tutela e nella divulgazione dei Beni Culturali.
Possono essere utilizzati come libri di lettura, come guide per la visita a un bene culturale specifico, come strumento interdisciplinare.
La collana “PiemontArte” comprende altri 6 volumi dedicati alla Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, alla Sacra di San Michele, a Palazzo Reale, all’Abbazia di Staffarda, ai Beni Culturali in genere.
Per approfondire o leggere un estratto dei libri www.scuole.mediares.to.it/libri-per-bambini

LUCCA. A LUBEC È STATO PRESENTATO IN ANTEPRIMA IL SECONDO RAPPORTO NAZIONALE SULLE CITTÀ D’ARTE.

A LuBeC è stato presentato in anteprima il secondo rapporto nazionale sulle  città d’arte, realizzato da Promo P.A. Fondazione, a cura di Gaetano  Scognamiglio e Francesca Velani, frutto di un lavoro realizzato a più mani,  al quale hanno collaborato anche Gilberto Bedini e Guido Borà. L’introduzione è di Adelaide Maresca Campagna.

Leggi tutto nell’allegato, vai >>>

Allegato: Lubec Rapporto nazionale Citta d Arte.doc