TORINO. Il Grande Vuoto. Dal suono all’immagine.

Una nuova mostra al Museo d’Arte Orientale, dal 6 maggio al 4 settembre 2022,
Un incontro inedito con la collezione buddhista del Museo. Un’esperienza multisensoriale particolarmente coinvolgente che è anche un segno forte di speranza per un futuro che si rivela incerto e sconfortante.
La mostra si apre con un grande spazio vuoto. Non si tratta però di un vuoto vero e proprio, ma di uno spazio che si satura gradualmente con la presenza delle note del giovane e pluripremiato compositore romano Vittorio Montalti, che per l’occasione ha composto il brano “Il Grande Vuoto”.
I visitatori sono invitati dalla musica a compiere un percorso esperienziale e meditativo, per giungere al fulcro della mostra, in Sala Colonne: qui è infatti esposta una rarissima thangka tibetana del XV secolo, la più preziosa delle collezioni del MAO, che ritrae Maitreya, il Buddha del Futuro.

Fonte: Museo d’Arte Orientale Torino – https://www.maotorino.it