ROMA. ARCH – Galleria delle cose.

ARCH è una galleria delle cose. Singolare crocevia tra arti visive e artigianato, la neonata galleria si trova nel centro di Roma nello storico rione Monti. Il progetto è di Junior Zunica, cresciuto nel mondo dell’arte, pittore, fumettista, web-designer; con lui la curatrice e restauratrice Raffaella Ciccia, il curatore e art manager Leonardo Tizi.
Il nome ARCH rimanda a un vero e proprio arco in mattoni rossi visibile al centro dello spazio ed è l’acronimo di Art Research Creative House, dove ricerca e creatività sono essenziali.
ARCH non ospiterà solo pittura, fotografia e scultura. All’interno della galleria l’arte esisterà a tutto tondo: dalle preziose lavorazioni di artigianato artistico e di tradizione come la tessitura, l’arte orafa, a quelle del ferro battuto, della pietra e del vetro; in più sono previste attività connesse alla galleria come i corsi di storia dell’arte in lingua francese che inizieranno a gennaio 2007.

ARCH seleziona artisti giovani, outsider, sconosciuti o emergenti, assicura una comunicazione efficace e si rivolge a un pubblico eterogeneo, dagli addetti ai lavori agli amatori.

Lo spazio espositivo
Junior dice del suo spazio che ‘(.) per mostrare la bellezza uno spazio piccolissimo si l’ideale’, e infatti lo spazio espositivo è di appena 35 mq. L’arredamento è moderno, strutturato in teche e moduli di colore rosso rubino e grigio antracite, il design degli elementi in verticale e il verde acqua sfumato delle pareti valorizzano l’ambiente che risulta essere funzionale e armonico allo stesso tempo.

Il primo evento organizzato dalla galleria ARCH è stato Wunderkammer, ovvero spazio delle meraviglie, in cui ambizioni creative e oggetti rari si mescolavano insieme; ha poi presentato il pittore Cristiano Guitarrini, giovane e già noto pittore romano, e quindi Manuela Pandolfo e Margherita Labella del laboratorio di ceramica Terre Rare, dal 19 ottobre al 3 novembre la mostra del designer Giorgio Ceccotti e dal 5 al 18 novembre, con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Democratica del Congo e del Comune di Roma, la mostra della pittrice d’origine congolese Claudine Bowole Mpia.

Fino al 14 gennaio 2007 la galleria proporrà MUSEOBAZAR, l’evento che in assoluto rappresenterà il progetto ARCH.
Con questa mostra collettiva la galleria ARCH intende sviluppare un diverso rapporto con l’arte, valorizzando i tratti più autentici dell’artigianato e della produzione artistica affinchè non vengano stravolti e dispersi, per diffondere, attraverso un approccio informale, la cultura del lavoro e del saper fare artistico. L’arte implode poi esplode, l’oggetto d’arte non è più qualcosa di sacro, specchio della memoria, diventa cosa nuova, accessibile, fruibile, semplice concretazione di ingegno e creatività.
Pittura, oggettistica, artigianato etnico, fotografia, vintage, design, libri illustrati, anelli di carta, argenti, bijoux, hi-fi d’arte, abiti e gioielli realizzati con materiale riciclato e anche giocattoli introvabili. Come il suq al-Milh dell’antica città fiaba di San’a, ARCH si trasformerà in una sorta di suq museale in cui si potranno ammirare una quantità incredibile di opere d’arte e oggetti unici.
Il visitatore si ritroverà avvolto da un allestimento multicolore, animato dall’arte in tutte le sue forme e sembrerà di rivivere misteriose e seducenti atmosfere di civiltà lontane: dalle pareti lisce agli interstizi, dai punti di giunzione al totem in ferro e vetro.

Cosa viene proposto ad artisti ed artigiani
Aiutiamo gli artisti che vogliono esporre nella nostra galleria, affinché possano acquisire visibilità e notorietà, suggerendo loro come quotarsi e con quali strategie promuove le proprie opere. I nostri contratti, pensati per tutelare da qualsiasi imprevisto entrambe le parti, sono chiari e dettagliati. Nel contratto di conto vendita come in quello di affitto sono esplicitamente descritti gli obblighi del gallerista e dell’espositore, gli oneri e gli impegni.
Al contratto di conto vendita viene allegata una tabella denominata ‘Allegato dei Patti Chiari’ dove per ogni bene consegnato verrà specificata la quota spettante all’espositore come provvigione dell’avvenuta vendita di ogni singola opera. Con il contratto di affitto gli artisti possono scegliere quanto spendere per ogni settimana. Più è alta la quota percentuale garantita alla galleria sulle opere vendute, più è conveniente il costo della locazione, così ARCH da a tutti gli artisti l’opportunità di esporre senza eccessivi investimenti. Inoltre mettiamo a disposizione il nostro ufficio stampa per redigere comunicati o ottenere patrocinati. I beni esposti nella galleria saranno tutelati ed assicurati nei limiti del massimale previsto dal nostro contratto di assicurazione.

Programma:
Fino al 14 Gennaio 2007 – MUSEOBAZAR, di tutto uno soltanto – Mostra collettiva: arte e artigianato;

Dal 19 Gennaio 2007 al 18 Febbraio 2007 – Antonio Carli – Personale: pittura

Dal 23 Febbraio 2007 al 10 Marzo 2007 – Antonio Verdone – Personale: pittura

Dal 16 Marzo 2007 al 15 Aprile 2007 – Massimo De Lorenzi – Personale: pittura

Dal 12 maggio 2007 al 27 Maggio 2007 – Andrea Barazzutti – Personale: pittura

Dal 7 luglio 2007 al 29 Luglio 2007 – SUPERMART, arte al centimetro – Mostra collettiva: pittura e fotografia.


Info:
ARCH – GALLERIA DELLE COSE di Junior Zunica – Via Giovanni Lanza 91A – tel/fax +39 0645471695.

Link: http://www.archrome.com

Email: info@archrome.com