Raffaele TAMIOZZO: La legislazione dei beni culturali e paesaggistici.

La Giuffrè Editore pubblica due volumi dedicati al Codice dei Beni Culturali, due testi di Tamiozzo Raffaele che spiegano le novità introdotte nel 2004 dalla nuova legislazione in materia di tutela, fruizione e valorizzazione del nostro patrimonio storico-artistico e paesaggistico.

Con “La legislazione dei beni culturali e paesaggistici” di Tamiozzo Raffaele la Giuffrè Editore pubblica uno dei primi lavori di analisi sul nuovo Codice dei Beni Culturali, il testo legislativo del 2004 che ha ripreso, aggiornato e sistematizzato l’intera disciplina attinente la tutela, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e paesaggistico del nostro paese. Il testo analizza i principali aspetti di queste tre funzioni, sul piano normativo e giurisprudenziale, secondo le seguenti ripartizioni: concetto di bene culturale e natura dei vincoli; tutela dei beni archeologici; tutela dei beni paesaggistici; disciplina delle mostre in Italia e all’estero; agevolazioni fiscali; regime sanzionatorio; circolazione comunitaria e internazionale dei beni culturali; la falsificazione dei beni culturali; l’organizzazione amministrativa statale preposta alla tutela del bene culturale.

A cura di Raffaele Tamiozzo è anche il coordinamento de “Il Codice dei beni culturali e del paesaggio”, un volume di commento di tutti gli articoli del Codice dei beni culturali e del paesaggio. Un particolare riguardo e una più ampia ed articolata trattazione sono state riservate alle innovazioni introdotte dal Codice rispetto alla legislazione precedente (verifica dell’interesse culturale, fruizione e valorizzazione dei beni culturali, procedimento di autorizzazione per interventi su beni paesaggistici). Anche in questo caso, l’edizione è a cura di Giuffrè Editore.

Fonte:CulturalWeb