MILANO. Le identità di Salvatore Fiume. 50 opere anni ’40-’90.

A seguito della continue richieste da parte del pubblico, la mostra che celebra la figura di Salvatore Fiume (1915-1997), a quindici anni dalla sua scomparsa, in programma a Palazzo Pirelli di Milano, osserverà un nuovo orario di apertura che consentirà una fruizione più prolungata.
Fino al 23 dicembre 2012 l’esposizione si potrà visitare dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 20 (chiusa venerdì 7 dicembre).
Curata da Alan Jones, Elena Pontiggia, Laura e Luciano Fiume, promossa dalla Regione Lombardia e dalla Fondazione Salvatore Fiume, in collaborazione con ArteSanterasmo, la personale, dal titolo Le identità di Salvatore Fiume, presenta 50 opere – 25 dipinti, 15 disegni, 5 sculture e 5 ceramiche – traccia una sintesi della produzione artistica di Fiume nella pittura, nel disegno, nella scultura e nella ceramica tra gli anni Quaranta e gli anni Novanta del secolo scorso, dimostrando come la sua personalità, pur rimanendo intatta nel corso degli anni, si evolse costantemente, concependo nuovi temi  e sperimentando nuove tecniche.
In parallelo con l’appuntamento espositivo in Palazzo Pirelli, la Regione Lombardia ha ricevuto in donazione un nucleo di opere di Fiume che saranno esposte nella Sala dei Cinquecento e nel foyer dell’Auditorium in Palazzo Lombardia.
Accompagna la mostra un catalogo edito da ArteSanterasmo.

Info:
Milano, Palazzo Pirelli – Spazio Eventi 1° piano (via Fabio Filzi 22), fino al 23 dicembre 2012
Ingresso libero