MILANO. Il Caravaggio mai visto.

Due studiosi trovano un centinaio di opere inedite. Disegni e dipinti realizzati dall’artista quando era a bottega da Simone Peterzano trovati fra Milano e la provincia di Bergamo, annunciano all’Ansa i ricercatori. Gli storici dell’arte invitano alla cautela.
Per la storia dell’arte potrebbe essere una svolta epocale. Si tratta di un centinaio di opere assolutamente inedite – disegni e alcuni dipinti – attribuite da un’équipe di studiosi ai primi passi di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, quando appena adolescente era allievo nella bottega del pittore manierista Simone Peterzano, dal 1584 al 1588.
Le opere, il cui valore stimato è di circa 700 milioni di euro, sono venute alla luce grazie ad una lunga ed accurata ricerca effettuata da un gruppo di esperti guidato da Maurizio Bernardelli Curuz e Adriana Conconi Fedrigolli, che hanno anticipato all’Ansa la notizia del ritrovamento.
L’indagine sarà pubblicata da Amazon in due e-book di 600 pagine dal titolo Giovane Caravaggio. Le cento opere ritrovate.
La notizia ha colto di sorpresa la comunità degli storici dell’arte, che da più parti invitano ad attendere verifiche ed esami più approfonditi prima di procedere con certezza all’attribuzione.

Fonte:La Repubblica