Archivio della categoria: Mostre

ROMA. Picasso. Tra Cubismo e Classicismo 1915 – 1925.

COD_194_01. PICASSO

Nella mostra veneziana di Palazzo Grassi del ’98, dedicata a Picasso e agli anni dal ’17 al ’24, curata da Jean Clair, il grandioso sipario di “Parade” era stato disposto da Gae Aulenti in alto per essere visto dallo scalone. Un allestimento spettacolare. Non diversamente da quello pensato per la mostra appena aperta a Roma. […]

VICENZA. Van Gogh, tra il grano e il cielo.

COD_187_vangoghcs

A 5 settimane dall’apertura dell’attesissima monografica su Van Gogh, che Linea d’ombra propone dal 7 ottobre all’8 aprile 2018 alla Basilica Palladiana di Vicenza, il curatore Marco Goldin rende noti i contorni del “Progetto Van Gogh” che è cresciuto intorno alla grande esposizione. “Racconterà – anticipa Goldin – , attraverso 129 opere in totale (43 […]

PISTOIA / VENEZIA, Marino Marini. Passioni visive.

marino marini

Con il titolo “Marino Marini. Passioni visive” la Fondazione Marino Marini propone, del Maestro, la prima retrospettiva che ambisce a situarlo organicamente nella storia della scultura. L’esposizione, che si terrà in Palazzo Fabroni a cura di Barbara Cinelli e Flavio Fergonzi, si presenta come uno dei momenti di punta delle Celebrazioni di Pistoia Capitale italiana […]

MILANO. Dentro Caravaggio.

COD_145_Caravaggio

Palazzo Reale a Milano omaggia Caravaggio con la mostra ‘Dentro Caravaggio’. Dal 29 settembre, giorno in cui nel 1571 è nato l’artista, diciotto capolavori del grande artista saranno riuniti per la prima volta tutti insieme, provenienti da vari musei italiani ed esteri. Non solo. Le tele di Caravaggio saranno per la prima volta affiancate da […]

MILANO. A Palazzo Reale la mostra “Dentro Caravaggio”.

COD_166_Caravaggio

Dal 29 settembre 2017 Palazzo Reale di Milano ospiterà la mostra “Dentro Caravaggio”. Proprio iI 29 settembre 1571 nasce a Milano Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, autore in poco meno di quindici anni di un profondo rinnovamento della tecnica pittorica caratterizzata dal naturalismo dei suoi soggetti, dall’ambientazione realistica e dall’uso personalissimo della luce e dell’ombra. […]