ARTIGIANATO E CULTURA POPOLARE.

L’artigianato è stato da sempre un’asse portante dell’economia locale.
Circa mezzo secolo addietro era consueto imbattersi in botteghe di fabbri, cordai, carradori, sellai, maniscalchi, scalpellini, calzolai, maestri d’ascia, scultori, ecc……
Oggi i loro manufatti costituiscono vere opere d’arte, tanto più ricercate se si considera che le antiche maestranze rischiano di scomparire e che gli artigiani, per l’età avanzata e per l’incidere delle tecniche, si sono quasi tutti ritirati dalle loro attività.
Un esempio classico d’artigianato quasi in via di estinzione è quello del carradore e ad Agrigento il 27 gennaio del 2006 cessava di vivere proprio uno degli ultimi maestri carradori siciliani del 900, il maestro Raffaele La Scala. (www.raffalelascala.it ).

Sarebbe utile ed opportuno che questi ultimi artigiani fossero considerati per la loro abilità, perizia, costanza e capacità creativa, dei patrimoni nazionali da proteggere perché ci permettono di ammirare esemplari di una tradizione unica ed autentica nel suo genere, frutto dell’esperienza accumulata in tanti anni di certosino lavoro svolto con passione ed accurata ricerca dei particolari, ma soprattutto ci ha lasciato una testimonianza in cui sopravvive ancora una cultura popolare capace di tramandare e valorizzare l’immagine delle nostre più profonderadici.                                                                                                          

Info:
tel 360 398231   0922 604966

Autore: Marcello La Scala

Email: info@raffaelelascala.it